LIEVITO MADRE LIQUIDO (LICOLI)


Anche per me è iniziata questa avventura, ormai da qualche mese, grazie alla mia amica Simona che mi ha donato un barattolino del suo lievito madre liquido (anche detto licoli o pasta madre liquida). La creaturina mi ha dato tante soddisfazioni ed io ho cercato di averne cura come meglio potevo.
Come sappiamo, l'utilizzo del lievito madre prevede tempi di lievitazione lunghi, ma tutto ciò che è preparato con esso risulta davvero molto digeribile!

Conservo il livito madre in un barattolo di vetro ben chiuso, in frigo.
Per tenerlo attivo lo devo rinfrescare almeno una volta ogni 20 giorni. Comunque, prima di essere utilizzato per una ricetta, deve essere rinfrescato.

Il rinfresco.
- Tirare fuori dal frigo il barattolo con la pasta madre (PM) e far ambientare per circa 30 minuti (se si ha fretta, si può anche usare subito).

 - Versare la PM (io ne tengo sempre 100 gr nel barattolo) in una coppetta ed aggiungere la stessa quantità di acqua tiepida (100 gr di acqua) e di farina '0 (100 gr di farina '0).
- Amalgamare con una frusta o con una forchetta.
- A questo punto mettere 100 gr nel barattolo di partenza (che nel frattempo avremo sciacquato con acqua calda e asciugato). Il barattolo, con il coperchio poggiato, va fatto riposare fuori dal frigo per un'ora. Poi si può chiudere bene e si può rimettere nel frigo. Questo è il barattolo che conservo ogni volta e da cui parte tutto.
- Altri 100 gr li metto in una coppetta, la copro e lascio riposare per 3-4 ore.
Dopo questo tempo avremo la PM rinfrescata, pronta per essere utilizzata per le nostre ricette.
- Gli altri 100 gr che avanzano li metto in un altro barattolo e seguo lo tesso procedimento del primo: dopo un'ora in frigo. Questo perché solitamente preparo ricette che prevedono l'utilizzo di soli 100 gr, quindi questo per me è l'avanzo di PM, che conservo in frigo ed utilizzo per ricette veloci con PM non rinfrescata come le piadine.

Le proporzioni.
Solitamente le ricette con PM, prevedono l'utilizzo di PM  solida. Se dobbiamo adattare una ricetta che prevede l'utilizzo di PM solida alla PM liquida, dobbiamo ricordare che 150 gr di PM solida si possono sostituire con 100 gr di PM liquida, aggiungendo però 50 gr di farina alla ricetta.

9 commenti:

  1. Bellissimo post hai spiegato tutto alla perfezione mi viene voglia di provare!!

    RispondiElimina
  2. io uso quello solido, ma credo che la resa sia la stessa. a presto

    RispondiElimina
  3. Ti ammiro, ma proprio non fa per me, brava!!!!

    RispondiElimina
  4. Non vedo l'ora di vedere cosa ci prepari con questo lievito. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  5. forse con il licoli riuscirei a non ucciderlo...devo provare, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io trovo che questo lievito madre liquido sia un pò più gestibile del solido, soprattutto per il fatto che puoi rinfrescarlo ogni 20 giorni.

      Elimina
  6. ma il licoli che metti nel frigo e che servirà dopo 20 gg....continuerà a crescere??? Se non cresce ed io panifico ogni settimana,quel licoli mi finisce o no????

    RispondiElimina
  7. ma il licoli da cui parte il tutto lo devo rinfrescare ogni volta che panifico??togliendo da questo ogni volta 50 grammi( che rinfrescherò per panificare),alla fine terminerà oppure continuerà a crescere??

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...